martedì 23 maggio 2017

Un caffè per ShaDe

Buongiorno!
Come state?
Io tutto bene :) finalmente si vedono quelle belle giornate di sole che ti fan venire la voglia di stenderti su un bel prato prendere energia dal sole stile lucertola XD

Sapete quant'è difficile stare chiusi in casa a disegnare con il raggio si sole puntato sul foglio?
"E spostati!" Penserete voi e avete ragione u.u ma oltre alla difficoltà che sta nella troppa luce c'è anche la tentazione di uscire e prendersi un bel gelato e quindi smettere di lavorare.

Fare l'artista, si sa, è molto difficile.
Trovare lavoro nel campo non è da tutti e questo porta molti anche a scoraggiarsi...in fondo il pane non si compra con la speranza.
Tutti hanno fatto arte a scuola e sapete quanto fogli, pitture, pennelli, pennarelli e tutto quel che serve possa costare, immaginate di estendere quei costi tutti i mesi. No, non è per niente facile.

Nonostante questo io continuo imperterrita XD
Amo questo mestiere e adoro chi mi sostiene con commissioni e complimenti.
Ieri sono stata al Festival del Fumetto di Novegro e anche li mi è piaciuto moltissimo disegnare e vedere bimbi e adulti sorridere davanti alle mie immagini.

Oggi sono qua per dirvi che c'è un'altro modo per sostenermi, offrendomi un caffè americano.


Grazie a Ko-fi potrete supportarmi offrendomi il costo di un caffè.
Io preferisco le commissioni perchè lasciano qualcosa a me ma soprattutto a voi ma ora avete anche questa possibilità.
Per farlo basta andare qua: ko-fi.com/shades

In questi mesi soprattutto il caffè mi sarà utilissimo perchè ho intenzione di finire e stampare il mio primo fumetto per il prossimo settembre.
Ma forse sarebbe meglio un gelatino vero? XP


Leggi anche "La punta spezzata"



Grazie di Cuore <3

mercoledì 10 maggio 2017

Post - La Spezia C&G

CIAO!!!

Volete sapere della mia avventura a La Spezia Comics & Games?
Allora leggete il post ;)


Io e il mio stand


Lo scorso week-end sono andata alla fiera di La Spezia come ospite.
Ho già disegnato presso altre fiere ma questa è stata la prima volta che lo facevo con uno stand in proprio.

Era da moltissimo tempo che volevo iniziare a girare le fiere con il mio banchetto ma trovavo sempre qualcuno o qualcosa che me lo impediva. Essere stata ospitata in Liguria è stata una meravigliosa sorpresa che ha dato finalmente il via a questa mia sfida.

Ho saputo di aver un tavolo assegnato poco prima della mia partenza per il Giappone.
Ero ovviamente entusiasta sia per il viaggio che per la fiera ma questa coincidenza è stata un po' fastidiosa.
Tornata dal Giappone ci ho dato dentro per creare qualcosa a portare e trovare tutto ciò che mi serviva.
Ancora affascinata da quel viaggio ho deciso di sfruttare le fotografie scattate per creare delle cartoline insieme a Midori, la mia OC, che sono anche spedibili, dei simpatici segnalibri a tema your name e ghibli e ho raccolto alcuni disegni in un raccoglitore.

Per dimostrare che le mie cartoline oltre che belle come stampe possono essere anche utili come cartoline ne ho spedita una appena terminata la fiera e fatto partire una promozione:



Dal 8 Maggio (giorno in cui è stata spedita) fino a quando non posterò la foto che dimostra che la cartolina è arrivata a casa mia  tutte le cartoline costeranno 0,50€ invece di 1€ e ogni 10 una sarà in regalo (+ la spesa di spedizione).
Troverete tutto su Facebook (ShaDe's FBpage).

Devo dire che anche se il tempo non ci ha assistito molto è stata una bella esperienza.
Mi è piaciuto molto vendere il mio materiale fatto con amore e fare i disegni commissionatimi. 
Ho anche incontrato e conosciuto il vincitore del giveaway che avevo indetto sulla pagina facebook e sono stata molto felice di vedere quanto gli piacesse.

Questa esperienza mi ha dato nuova energia e voglio assolutamente usarla per fare di più!


lunedì 24 aprile 2017

La Spezia Comics and Games

CIAO!!!!

Come state?
Io benissimo e sono qua per avvertirvi che il 6 e 7 Maggio sarò alla fiera di La Spezia Comics and Games

sito autore  http://www.laspeziacomicsandgames.it/comics/sharon-de-piccoli-shade/

Sono emozionatissima perchè sarà il mio primo stand in proprio >.<
Durante la fiera potrete comprare le mie stampe o farvi fare un disegno al momento così da portarvi a casa un ricordo del nostro incontro e sostenere la mia passione.

A breve ci sarà anche un piccolo giveaway che potrete trovare sulla pagina facebook.

Se sarete alla fiesra passate anche solo per un saluto, mi renderete felice :)

mercoledì 19 aprile 2017

Japan Travel

Ciao a tutti
Quest'oggi vi parlerò di un viaggio molto importante fatto da poco in: Giappone

Partiamo dall'inizio:
Una volta la Terra era abitata dai dinos-....troppo indietro? Ok
Come saprete questo blog è nato come sito di recensione degli anime che vedevo e manga che leggevo. Questo perchè sono un'amante del genere ma amo ancor di più disegnare. Ecco che ora il blog accompagna "la parte scritta della mia carriera".
Fin da piccolissima adoro alla follia i cartoni animati. In Italia la maggior parte dei cartoni trasmessi sono anime e quindi giapponesi. Come saprete per disegnare si usa la realtà come reference ma questo io da piccola non lo sapevo e vedevo le storie e i personaggi che amavo ambientati in questi "strani" posti che a me piacevano un sacco forse proprio perchè così lontani dalla mia normalità.
Crescendo ho scoperto che quei posti esistevano davvero, erano solo in un paese molto lontano.
Man mano che cresceva il mio amore per gli anime e i manga cresceva anche quello per il Giappone e si è allargato anche alla sua cultura ed è nato il sogno che molti anno di andare a visitarlo.
Foto scattata al Shinjuku Gyoen National Park,
lo stesso del film d'animazione Il Giardino delle Parole
Una volta maggiorenne ho iniziato a mettere da parte i soldi che guadagnavo e finalmente quest'anno sono riuscita ad andare.



Due settimane in Giappone
Ho passato 13 giorni in Giappone e visitato diverse città e posti uno più bello dell'altro.
Sono atterrata a Fukuoka dopo circa 13h di volo, un viaggio stancante.
Qui sono rimasta subito colpita: le macchine sembrano dei giocattoli, il semaforo pedonale canta quando è verde e c'è un market ogni 20 passi.
Sono poi arrivata a Kyoto. Qui ci sono molti templi e santuari tutti immersi nel verde e si iniziavano a vedere sbocciare i primi ciliegi. Dovevano già essere in fiore ma il freddo li ha fatti ritardare.
Qua ho visto alcuni dei templi più importanti del paese come il tempio d'oro ma anche il castello dell'airone bianco.
Infine sono andata a Tokyo che non c'entra niente con le tranquille città di prima. Qui è pieno di edifici e gente di corsa...come in ogni metropoli che si rispetti.
Interessante è la mentalità del giapponese per cui " non devi dare fastidio al prossimo tuo".
Avete mai visto quando mettono le mascherine in faccia? Bene non lo fanno per proteggersi dai batteri o dallo smog ma per proteggere gli altri da loro stessi come quando ad esempio sono raffreddati. Una cosa che ho adorato è l'area fumatori. Per le strade è viatato fumare ma esistono angoli o zone delimitate dove possono andare a fumare liberamente così da non dar fastidio a chi, come me, non fuma e non vede perchè deve intossicarsi della gente che ha intorno.
Tranne qualche zona di eccezione e i combini (market aperti 24h/24) i locali chiudono tutti alle 8 e i ristoranti alle 10. Sì, anche a Tokyo.

Mi è piaciuto tanto che starei qui ore a scrivere ma non mi sembra il caso.

Questo è stato un sogno realizzato ma ammetto che mi piacerebbe tantissimo tornarci un giorno...<3
Se anche voi ci siete stati lasciatemi la vostra esperienza qui in un commento, sarò lieta di leggerla.






lunedì 6 febbraio 2017

COMMISSIONI

Buongiorno!
Oggi vi parlerò delle commissioni che potete richiedermi:

Posso realizzarne di diverso Tipo (illustrazioni, tavole, biglietti d'auguri) e Stile (Human-realiztico, Doll-puccioso, Disney...) e con diverse Tecniche sia Manuali che Digitali (ecoline, pastelli, copic, photoshop...)

Ora vi mostro un esempio di un disegno che potreste commissionarmi.


I miei stili personali sono due. A me piace chiamarli Human , quello più realistico, e Doll , quello più puccioso. Come per tutti i disegni potete scegliere se avere un mezzo busto o la figura intera. Da questo dipenderà il prezzo della commissione.
Un’altro fattore è il tipo di colore (o non) del disegno, come ad esempio:

Ora sta a voi! Avete in mente qualcosa di particolare? Fatemelo sapere :) Grazie <3

lunedì 9 gennaio 2017

MIX MARKERS - pennarelli a confronto

Ciao a tutti!
Come i miei amici e chi mi segue sa ho da un annetto una strana abitudine che è quella di comprare qualsiasi nuovo marker trovo.
Amo comprarli per poi confrontarli tra loro e oggi condividerò con voi la mia esperienza.
I markers che andremo a vedere oggi sono i seguenti:


- Chameleon Color Tones
- Twin Markers
- Graph'it
- Touch
- Copic Ciao
- PITT artist pen B
- Pantone
- Promarker
- Spectrum noir
- Nuvo creative pen

Ma cos'è un marker?
"Marker" significa semplicemente "marcatore" ed è quindi, detto volgarmente, un pennarello.
In questo post tratterò di pennarelli utilizzati per le arti grafiche e a base d'alcool.

Informazioni valide per tutti i markers:
L'alcool permette la sfumatura tra i diversi pennarelli aiutando i pigmenti dei due o più colori a mischiarsi tra loro. Per questo motivo è sempre consigliato chiudere bene i pennarelli perchè l'alcool evapora. Teoricamente, ma non l'ho testato, essendo tutti a base d'alcool sono mixabili tra loro anche se prodotti da diverse marche.
Il fatto che passando più e più volte il colore resti omogeneo o diventi sempre più scuro dipende sia dalla marca che dal colore se è scuro o chiaro. Meno è pigmentato (chiaro) e più è facile vederlo scurire se ripassato.
Le foto qui e le descrizioni di questi prodotti sono state fanne da me su esperienza personale, se volete informazioni tecniche andate sui rispettivi siti.

Iniziamo con Chameleon Color Tones



I Chameleon sono dotati di due serbatoi e rispettive punte. In uno è contenuto il colore mentre nell'altro solo alcool. Facendo toccare le punte tra loro l'alcool va a scolorire la punta con il colore. Così facendo il tratto viene naturalmente sfumato iniziando da un colore chiaro (dovuto allo scolorimento) andando via via scurendosi fino a raggiungere il colore base del marker utilizzato (perchè il colore torna a riempire gradualmente la punta).
Per agevolarvi nell'ottenere sempre la stessa gradualità di sfumatura potete contare i secondi che tenete le due punte a contatto. Più restano attaccate e più l'alcool sbiancherà la punta con il colore.
Nella mia foto questa sfumatura non si vede perchè, ahimè, il serbatoio con l'alcool non è più utilizzabile. Ve la mostro con una foto presa da Google:


PRO&CONTRO
La sfumatura è eccezionale. I tratti non si vedono e ha dei bei colori. Fantastico per piccoli disegni o parti di esso ma scomodo per grosse porzioni.  è difficile riuscire ad ottenere il colore desiderato se in mezzo alla sfumatura.
Ci vuole un po' per prenderci la mano e la sua grossa e cilindrica dimensione lo rendono un po' scomodo.

Prezzo: 5, 90€ l'uno (preso durante una fiera della Creatività)




Twin Markers


I Twin Markers li potete trovare solo nel negozio danese di nome Tiger.
Tiger vende tantissime, come le chiameremmo comunemente, "cazzatine" tra cui questi.
Vengono venduti in confezioni da 3 pezzi diversi sulla stessa tonalità.
In totale per ora ce ne sono 18, quindi 6 possibili confezioni.
Sono dotati di due punte: una a proiettile per piccole e precise parti, e l'altra a scalpello, per parti più grandi.
Potete capire da che parte è la punta che desiderate perchè disegnata sul dorso del pennarello.

PRO&CONTRO
Sono davvero economici ma non li si può definire professionali. La loro forma quadrata li rende parecchio scomodi in mano e la loro gamma di colore è davvero ristretta. Sono tuttavia molto simpatici e carini per lavori di hobbistica e disegni in stile cartoon. Le punte sono molto dure.

Prezzo: 3€ confezione da 3 pezzi (unica disponibile)

Ecco cosa ho realizzato con loro:





Graph'it


Questa marca non avevo idea esistesse.
Un giorno, ad una fiera della creatività, mi sono trovata allo stand di un negozio di Novara che aveva un sacco di colori uno più bello dell'altro di questo Graph'it.
Sostanzialmente è simile agli altri marcatori ma a differenza di quelli già discussi questo è di forma triangolare.
Insieme vendevano anche l'alcool e mi han spiegato che con esso si possono dare effetti diversi alla colorazione a seconda di come lo si applica (spruzzato, spennellato..). Questo perchè, come detto già prima, l'alcool scioglie il colore.
Essendo un acquisto di prova non ho preso anche l'alcool.
Anche il Graph'it è dotato di due punte e disegno sul dorso per identificare il tappo giusto senza doverlo togliere. 
Disponibili anche in set.

PRO&CONTRO
La forma è davvero ergonomica e permette una bella presa. Le punte sono rigide.
(Mi sarebbe piaciuto potervi dire qualcosa sull'alcool aggiunto)

Prezzo: purtroppo non ricordo se 2,50 o 3,50€ ma su internet si trovano a poco (prezzo fiera)




TOUCH





Touch CREDO sia l'alternativa americana al Copic. (anche se entrambi giapponesi)
Se seguite disegnatori americani sui social vedrete (io l'ho notato su Instagram) che tantissimi usano i Touch.
Smaniavo dalla voglia di provarne uno per capire perchè li usassero questi professionisti ma non riuscivo a trovarli.
Un enorme GRAZIE a quel negozietto di Como che il natale scorso ho visitato e che li vendeva. Nemmeno a Milano li ho mai visti. Ne ho subito preso uno!
Inanzitutto ne esistono due tipi: il bianco ha una punta a pennello morbido e una a scalpello mentre il nero una a scalpello e l'altra più piccola a proiettile.
Io ho preso quello nero anche se ho provato il brush del bianco ed  è fluido e scorrevole, come usare un pennello.
Sono disponibili anche in set già fatti.

PRO&CONTRO
I suoi contorni morbidi permettono una buona impugnatura. I colori sono brillanti e ce ne sono di tante tonalità. La punta del nero è piccola e precisa. un gioiellino.

Prezzo: 3,50€ il nero - 4,50€ il bianco (negozio) l'uno




COPIC CIAO




I più famosi, belli e costosi marker che conosco.
Sono innamorata! Ho fatto il corso base ECCP quindi di questo posso parlarvi meglio.
I Copic si dividono in Ciao e Sketch.
Sono gli stessi pennarelli ma con caratteristiche fisiche differenti.
Che significa?
Il colore E00 del ciao è identico al E00 dello sketch.
Il ciao è tondo ha meno colori rispetto agli sketch e ha il serbatoio più piccolo. Per sapere che colore avete in mano potete guardare il tappo ma per essere sicuri dovete guardare la sigla (es: E00) sul dorso del pennarello ciao. Lo sketch invece ha una forma più quadrata che gli impedisce così di eventualmente rotolare per il tavolo, soprattutto chi lavora inclinato, e ha la sigla del colore anche sul tappo stesso. Questa cosa è molto utile soprattutto se i copic sono inseriti in un astuccio.
Entrambi hanno due punte: una a pennello morbida e una a scalpello. Sul dorso è disegnata la punta così da sapere sotto quale tappo si cela ma per riconoscerla a colpo d'occhio senza cercare il lato giusto sappiate che dove alla base del tappo c'è un anello grigio li si cela il pennello.
Se guardate dentro ai due tappi noterete che all'interno di quello del ciao è presente un gradino, per cui si rischia di rovinare la punta se non prestate attenzione quando chiudete, mentre in quello dello sketch la punta è invitata ad entrare delicatamente nel modo giusto.
Attenzione perchè i copic sono ricaricabili!!!
Esiste un vero e proprio set di manutenzione per questi gioielli composto da pinzetta per la rimozione delle punte, punte nuove e ricariche.
Ogni ricarica può rendere nuovo il vostro copic fino a 4/5 volte (a seconda se è ciao/sketch e quanto era effettivamente vuoto).
Un'altro accessorio è l'aerografo che, chissà, un giorno magari acquisterò u.u
Vengono utilizzati solitamente per hobbistica e manga.

PRO&CONTRO
Non esistono contro......se non il prezzo!
Se colorate a tinta piatta vi possono bastare pochi colori ma per disegni più artistici, e sono nati per quelli!!, vi servono almeno 3 tonalità per colore (luce-colore base-ombra). Si sfumano tra loro perfettamente e per questo vi consiglio una carta un po' spessa perchè a volte sarà necessario passare più volte per far si che i colori si uniscano. La punta brush è morbida e con la giusta pressione è già possibile ricavare piccole sfumature. Essendo ricaricabili si può, almeno in futuro, risparmiare sulla spesa.

Prezzo: Copic ciao 4€ l'uno
             Copic sketch 5,90€ l'uno (negozio)
            


Questi li ho realizzati io con i copic ciao:


Consiglio: Per risparmiare qualcosina comprate i set. Io ne ho presi due da 12 per adesso, 49€ prezzo fiera. Alle fiere e in alcuni negozi vi fanno addirittura scegliere a voi quali colori prendere e vi regaleranno anche una simpatica scatola trasparente per contenerli.




PITT artist pen





I PITT artist pen sono pennarelli della famosissima e apprezzata Faber-Castel che fa sempre tantissime belle cose *^*
Io possiedo il set B shojo manga perchè regalatomi tempo fa da un'amica che ringrazio anche ora :)
B sta per brush perchè questi pennarelli hanno una sola punta a pennello. Essendo tutti colori diversi non ho provato a sfumarli tra loro. La forma è come quella di un normalissimo pennarello ma la punta a pennello rende morbido il tratto. A seconda di come lo si inclina o preme si hanno tratti diversi.

PRO&CONTRO
Per un grande lavoro serve un grande pennello e le dimensioni minute della PITT permettono, a mio parere, solo piccoli ma curati disegni.




PANTONE PROMARKER
Letraset VS Winsor&Newton




Perchè messi a confronto?
Questi pennarelli più che per lavori artistici vengono utilizzati per lavori tecnici come ad esempio l'architettura.
Fino a l'anno scorso se cercavi un pantone trovavi  in colorificio, cartolaio molto fornito, negozi di belle arti... il Letraset mentre ora lo stesso pennarello si chiama promarker ed è prodotto dalla winsor&newton. 
Il perchè non lo so ma sono davvero lo stesso pennarello?
Entrambi differiscono dagli strumenti di cui vi ho parlato finora per il fatto che qui SI ogni volta che ripassate sullo stesso punto il colore diventa sempre più scuro. Io purtroppo ho comprato il mio colore preferito dell N&W , il ciano, e ho voluto quindi confrontarlo con il blu che già avevo della Letraset ed essendo molto pigmentati questa caratteristica non si vede.
Il W&N ha dei colori forti e brillanti e composto da due punte: un piccolo pennello rigido e uno scalpello. Il motivo è sempre lo stesso: parti piccole e grosse parti.
Il Letraset ha le stesse due punte leggermente più grandi e una terza nascosta nel tappo, molto fine e simile a una penna e colori più neutri. 

PRO&CONTRO
Potete ottenere più tonalità semplicemente ripassando più volte con lo stesso pennarello ma si rischia che si creino degli "stacchi" se non sfumato a dovere...a meno che non sia il vostro intento.

Prezzo: Letraset 4,50€ l'uno (negozio)
             Winsor&Newton 3,50€ l'uno (in promozione in negozio)




SPECTRUM NOIR



Molto molto belli.
Esistono 168 colori venduti in confezioni da 6 divisi per tonalità. Io ho preso i grigi.
Si sfumano tra loro molto bene anche se non so se ho preso la combinazione sbagliata io ma tra il più chiaro (quasi bianco) e l'ultimo (quasi nero) c'è troppo distacco.
I grigi sono divisi in 3 chiari e 3 scuri ognuno con un numero. A me piace, come nel caso della foto, anche saltare i numeri se i colori me lo permettono.
Anche qui suggerisco una carta leggermente spessa perchè a volte per sfumare è meglio ripassare il colore nel punto in cui i due si incontrano.
Anche loro han due punte, proiettile e scalpello, e sul dorso c'è il disegno della punta.

PRO&CONTRO
Il disegno delle punte sul dorso è nero come il pennarello stesso e questo non rende di immediata chiarezza quale tappo stiamo per sfilare. La forma esagonale gli permette di adattarsi, non sempre bene, alla mano. Le sfumature sono semplici e anche usati singolarmente il loro tratto è omogeneo.

Prezzo: 9,50€ confezione da 6 (unica disponibile - prezzo fiera)

ecco dei disegni realizzati con loro:





NUVO CREATIVE PEN




Questi li ho presi nel reparto bricolage di un grosso negozio. Vengono venduti come pennarelli per la realizzazione di timbri. Presa dalla curiosità e dalla forma simile ai marcatori già da me acquistati ho letto le caratteristiche dietro.
Due punte, una rigida e precisa e una a scalpello, diversi colori e a base d'alcoool.
Ecco quindi che li ho presi da provare.
Anche stavolta ho trovato dei colori molto brillanti. Guardate che bello il 453!
Il colore è più fluido e omogeneo rispetto agli altri ma simile al touch e al Winsor&Newton... Spero si veda dalle foto ma lo potete notare dal tratto a scalpello se li confrontate.
La forma ricorda la nuova versione dei promarker W&N dai contorni morbidi e maneggievoli.


PRO&CONTRO
Quello che speravo, dato che sono a base d'alcool, ma che non credevo, essendo venduti per timbrini, è la sfumatura che mi ha lasciato sorpresa e soddisfatto.

Prezzo: 6,50€ confezione da 3 (negozio)




Qual'è il migliore dunque?
Non esiste un migliore, esiste chi si trova meglio con uno strumento e chi con un altro a seconda delle proprio caratteristiche ed esigenze.
In generale sono davvero soddisfatta degli acquisti fatti. 

Una piccola chicca:
Questi sono gli ZIG Clear Color





Non sono a base d'alcool ma d'ACQUA!
Sono dunque, come vedete, acquarellabili.
Sono sfumabili tra loro o diluibili con un semplice pennello e dell'acqua :)
Anche stavolta ho provato con il grigio, belli vero??

Spero questo post vi sia piaciuto e vi sia stato utile.
Se avete domande fatele pure, se posso rispondervi sarò ben felice :D
A proposito, avete markers da propormi??


PS si lo so, in alcune foto ho sbagliato a scrivere...chiedo scusa